lunedì 18 marzo 2013

27, Nuovi passi

Un giorno che passa e ti ricorda quanta strada ho percorso
io che quasi scorgo all'orizzonte l'inizio se mi volto
ma che davanti a volte ho solo nubi
e non so se sono vicina a una meta 

o alla fine di un viaggio..

Non so quanto
ma sono così stanca,
il cuore calloso 
le suole sanguinanti
ma inciampo meno, 
e mi tiro su con più fermezza.

Chiudo gli occhi, 
un materno profumo mi abbraccia

Apro gli occhi e lo sento lontano, lontano,
alle mie spalle
sulle labbra lascia un sapore di
dolce droga
si piange anche la culla di ragno


Nessuna spada
potrà scalfire il mio scudo
di rabbia 
nessun dolore sarà più atroce 
di quello che ho già sentito

e gli echi amari 
Hanno giá riverberato nei sogni


Ora cammino.
Con la mia maschera
con la mia armatura
Sono pronta alle prossime battaglie